Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Lavori in corso per la nuova ISO 45001 sui sistemi di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro

Si sta lavorando da tempo al testo della futura norma ISO 45001 sui sistemi di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro. L’elaborazione di questo documento normativo ha visto un'ampia partecipazione ai lavori che riflette il grande interesse da parte della comunità internazionale per il campo dell'Occupational Health & Safety.

Da tempo a livello internazionale si sta lavorando al testo della futura norma ISO 45001 sui sistemi di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro.
Si tratta, come è evidente, di un tema rilevante e allo stesso tempo molto complesso data la varietà e l'articolazione dei fattori in gioco, sia di natura volontaria che cogente.
Certo è che il campo dell'Occupational Health & Safety (OH&S) non può non avere una dimensione strategica per tutte le organizzazioni che, con il supporto di una adeguata norma tecnica, potrebbero da una parte garantire una migliore protezione delle persone e, dall’altra, aumentare la propria redditività.

Dell’elaborazione di questo documento normativo si sta occupando l’ISO/PC 283 (“Occupational health and safety management systems”), a segreteria BSI. Il comitato, creato nel 2013, sta svolgendo un lavoro intenso che, dopo l’incontro di Vienna del febbraio scorso, ha segnato importanti passi in avanti.
Giunto allo stadio DIS (Draft International Standard, n.d.r.), il documento ha concluso infatti lo scorso 14 luglio la seconda inchiesta, superata positivamente con 53 voti favorevoli, 7 voti negativi e 6 astensioni. Anche l’Italia ha approvato, presentando i propri commenti al testo.
In totale il documento ha ricevuto più di 1600 commenti da parte di 45 Stati e 7 organizzazioni internazionali. Un fatto sicuramente positivo perché mette in luce il grande interesse e l’ampia partecipazione ai lavori che si stanno svolgendo da parte della comunità internazionale e che tuttavia evidenzia anche il necessario lavoro di rifinitura che si renderà indispensabile nei mesi a venire.

L’ISO/PC 283 ha già in programma, dal 18 al 23 settembre prossimi, una riunione in Malesia per iniziare ad affrontare tutti i commenti ricevuti e cominciare così a predisporre finalmente la bozza finale (FDIS) che dovrà essere poi sottoposta, attraverso inchiesta interna o voto formale, a tutti gli Stati partecipanti per la pubblicazione come norma internazionale.
Insomma, i lavori sono in corso e i ritmi sono serrati.
Secondo le attuali tempistiche, la pubblicazione della futura ISO 45001 potrebbe avvenire entro il mese di aprile 2018.

Fonte: UNI