Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

PFAS, il Ministero dell'ambiente annuncia un tavolo per porre limiti nazionali

Via libera al tavolo per porre limiti nazionali allo scarico sui PFAS a catena lunga. La prima riunione del tavolo ministeriale coinvolgerà la Regione Veneto, che è l’epicentro del dramma PFAS in Italia, l’Istituto Superiore di Sanità e il Ministero della Salute.

Devolvi il tuo 5 x mille ad Associazione Ambiente e Lavoro Internazionale ONLUS
Un tavolo ministeriale che lavorerà con urgenza per porre dei limiti nazionali allo scarico sui PFAS a catena lunga. E’ il risultato del tavolo che si è riunito il 7 maggio 2019 al Ministero dell’Ambiente convocato dal ministro Sergio Costa alla presenza di Ispra, Snpa, regione Veneto, che ha fortemente voluto l’incontro, e delle direzioni tecniche. La prima riunione nei prossimi giorni e il tavolo coinvolgerà la Regione Veneto, che è l’epicentro del dramma PFAS in Italia, l’Istituto Superiore di Sanità e il Ministero della Salute.

“Diamo una risposta immediata ai cittadini - ha spiegato il ministro Costa - vogliamo che con urgenza vengano fissati i limiti. Il tavolo inoltre lavorerà anche sui limiti dei cosiddetti “nuovi pfas” con un percorso normativo e tecnico e ascoltando anche il settore produttivo”, conclude il ministro.