Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Strategia marina, gli esiti della Consultazione pubblica 2018

Attuazione del Decreto Legislativo 13 ottobre 2010, n. 190 di recepimento della Direttiva 2008/56/CE (Direttiva Quadro sulla Strategia Marina) - Esiti della Consultazione Pubblica 2018.

Manuale di Primo Soccorso sula lavoro e in casa
Consultazione pubblica 2018 sull’aggiornamento della valutazione ambientale e della definizione di Buono Stato Ambientale (GES) e dei traguardi ambientali della Strategia Marina (art.19 della Direttiva 2008/56/CE)

In attuazione dell’art. 16 del D.Lgs. 190/2010, è stata effettuata la Consultazione Pubblica sull’aggiornamento della Valutazione Iniziale e della definizione di Buono Stato Ambientale (GES) e dei Traguardi Ambientali (Target) per ciascuno degli 11 Descrittori della Strategia Marina. L’aggiornamento è stato predisposto dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare con il supporto tecnico-scientifico dell’ISPRA, con il coinvolgimento delle altre Amministrazioni sia centrali sia locali rappresentate all’interno del Comitato Tecnico istituzionale di cui all’art.5 del D.Lgs. 190/2010.

La consultazione ha avuto una durata di 30 giorni e si è svolta dal 19 ottobre al 17 novembre 2018. I documenti posti in consultazione sono stati resi disponibili sul sito http://www.strategiamarina.isprambiente.it/consultazioni/consultazione-2018 e oltre 350 portatori di interesse sono stati invitati a partecipare.

Nel periodo in cui la Consultazione Pubblica è rimasta attiva, sono pervenuti un totale di 20 contributi, riguardanti tutti i Descrittori qualitativi di cui all’Allegato 1 del D.Lgs. 190/2010, da diversi soggetti portatori di interesse, facenti parte del mondo delle università, della ricerca e delle associazioni.

Nel dettaglio, si rileva che tra i contributi pervenuti, oltre a richieste puntuali di emendamenti alle definizioni di GES e Target poste in consultazione, sono stati inviate anche osservazioni di carattere generale sul processo di implementazione della Strategia Marina, commenti sui risultati finora ottenuti e richieste di modifica e aggiornamento dei Programmi di Monitoraggio attualmente in corso secondo quanto previsto dall’art. 10 del D.Lgs 190/2010.

Le osservazioni pervenute sono state integralmente trasmesse al comitato tecnico per opportuna informazione.

Dopo un esame congiunto del Ministero e di ISPRA, finalizzato a valutare la coerenza tecnica ed istituzionale delle proposte pervenute con le regolamentazioni nazionali e comunitarie, sono state prese in considerazione, ai fini della eventuale modifica dei GES e dei Target, solo le proposte che contenevano puntuali ed esplicite richieste di modifica, e che risultavano essere comunque coerenti con la Direttiva e con l’acquis communautaire, elaborando ove necessario delle nuove formulazioni che recepivano le osservazioni pervenute.

La versione finale delle definizioni di Buono Stato Ambientale (GES) e Traguardi Ambientali (Target), per ciascuno degli 11 Descrittori della Strategia Marina, è stata quindi discussa ed approvata dal Comitato Tecnico e sarà pubblicata in Gazzetta Ufficiale con un Decreto Ministeriale che andrà a sostituire il D.M. del 17 ottobre 2014 – Determinazione del buono stato ambientale e definizione dei traguardi ambientali.

Le restanti osservazioni saranno tenute in considerazione, laddove utili e pertinenti, per la predisposizione dell’aggiornamento dei Programmi di Monitoraggio, prevista nel 2020.