Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Tobacco Endgame: emerge un'associazione tra gravi sintomi di COVID-19 e abitudine al fumo dei pazienti

Tobacco Endgame segnala che, dai dati ad oggi disponibili, emerge un'associazione tra COVID-19 con grave sintomatologia e abitudine al fumo. Una revisione sistematica della letteratura scientifica è presentata sulla rivista “Tobacco Induced Diseases”.

Dossier Ambiente n. 123
Sono stati rintracciati in letteratura scientifica i cinque studi su COVID-19 che riportavano anche i dati sull’abitudine al fumo dei pazienti. Dai dati dello studio più grande, gli autori hanno potuto calcolare i rischi di sviluppare una forma grave della malattia per fumatori rispetto ai non fumatori. Rispetto ai non fumatori, i fumatori avevano un rischio 1,4 volte più elevato di avere gravi sintomi di COVID-19 (RR = 1,4, IC95%: 0,98–2,00), e un rischio circa 2,4 volte più elevato di andare in terapia intensiva oppure in ventilazione meccanica o di morire (RR = 2,4, IC95%:1,4–4,0).

Pur sottolineando che è necessaria più ricerca per aumentare il peso dell’evidenza e che i dati relativi ai fattori di aggravamento di COVID-19 non sono adeguati, gli autori concludono che è molto probabile che il fumo sia associato alla progressione negativa e agli esiti avversi di COVID-19.

Tobacco Endgame indica i cinque studi utilizzati per la valutazione dell’associazione fumo– COVID-19 e spiega nel dettaglio come è stata effettuata la ricerca della letteratura.