ECO-TESS, un progetto pilota per favorire i processi di economia circolare nella filiera tessile

Entra nel vivo il progetto “ECO-TESS: una rete territoriale di imprese, enti pubblici, terzo settore e società civile per l’economia circolare della filiera tessile nella provincia di Varese” che ha ottenuto, a novembre 2023, il finanziamento della Fondazione Cariplo nell’ambito del bando “Effetto ECO 2023”. Il progetto, di cui siamo capofila, è realizzato in collaborazione con Legambiente Lombardia Onlus.

 

ECO-TESS: una rete territoriale di imprese, enti pubblici, terzo settore e società civile per l’economia circolare della filiera tessile nella provincia di Varese

OBIETTIVO DEL PROGETTO
Favorire i processi di economia circolare sia nella produzione industriale che nelle scelte dei consumatori, sostenendo e promuovendo il riuso e riciclo dei prodotti quale parte integrante di una strategia complessiva volta a promuovere la transizione ecologica.
Il progetto, esperimento pilota su scala locale, propone soluzioni per la gestione circolare della filiera tessile. Il suo valore aggiunto consiste nelle potenzialità di innesco di processi virtuosi di economia circolare/riuso/riciclo degli scarti/rifiuti tessili attraverso la cooperazione e co-progettazione tra i diversi attori protagonisti del territorio (PA, imprese, cittadini, centri del riuso, centri tessili, riciclerie, enti gestori dei rifiuti e attori del terzo settore).

In particolare il progetto consente di:

  • ridurre degli scarti tessili destinati a termovalorizzazione o discarica, favorendo il loro riutilizzo nei processi produttivi, anche in altri settori industriali;
  • favorire lo scambio di materiali di riciclo tra le aziende;
  • rispettare le norme sulla raccolta differenziata dei rifiuti tessili e gli obiettivi di transizione ecologica indicati dall’UE;
  • attivare sistemi di raccolta del tessile efficienti per quantità e qualità, interfacciandosi con centri del riuso e enti dediti alla ricerca e sviluppo per efficientare i processi all’interno del dinamismo del settore dei rifiuti da abbigliamento;
  • realizzare iniziative di divulgazione e di sensibilizzazione rivolte al grande pubblico.

Il progetto promuove un bacino sperimentale di buona gestione, riutilizzo, raccolta separata e riciclaggio di tessuti e capi di abbigliamento dismessi attraverso l’attivazione di una rete territoriale che coinvolge attivamente le PA, le imprese e i cittadini, attraverso le seguenti azioni:

  • aumentare la consapevolezza e l’ingaggio della PA, delle imprese e dei cittadini sui vantaggi dell’economia circolare applicata alla filiera tessile;
  • creare una rete territoriale orientata alla transizione ecologica e a un percorso di cambiamento verso la sostenibilità nella gestione del ciclo/raccolta differenziata del tessile nel territorio della provincia di Varese;
  • affiancare e sostenere le PA nell’avvio di una gestione efficace della raccolta differenziata dei rifiuti tessili come previsto nel decreto legislativo n.116/2020;
  • favorire e incrementare la partecipazione e il contributo della società civile nella raccolta, recupero e riuso dei capi usati;
  • far conoscere ai diversi portatori d’interesse, amministrazioni pubbliche, società civile e imprese i vantaggi della raccolta differenziata dei rifiuti tessili e mobilitarli con iniziative concrete;
  • sviluppare soluzioni efficaci finalizzate alla riduzione dei rifiuti tessili nel ciclo di produzione delle imprese, anche attraverso un loro riutizzo in altri settori produttivi;
  • promuovere all’interno delle aziende, la produzione di prodotti tessili monomateriali o di composizioni omogenee per favorire la riciclabilità dei prodotti dopo il loro utilizzo;
  • ridurre gli scarti tessili nelle aziende e i rifiuti tessili prodotti dalle aziende e dai cittadini.

STRATEGIA D’INTERVENTO
Il progetto è promosso da un partenariato costituito da Associazione Ambiente e Lavoro (capofila) e Legambiente Lombardia Onlus (partner) e con il pieno coinvolgimento ed il sostegno della Camera di Commercio di Varese nel coordinare i tavoli di lavoro con le aziende del territorio. Elemento di solidità è rappresentato dalla collaborazione, strutturale e continuativa durante tutte le fasi del progetto del Centrocot di Busto Arsizio (VA) che fornirà competenze e strumenti scientifici utili al raggiungimento degli obiettivi. Il progetto è inoltre sostenuto da associazioni di impresa e del mondo del lavoro, associazioni di consumatori e università del territorio, coinvolte in modalità diverse nel progetto.
Diverse le aziende del territorio protagoniste del progetto sia del settore tessile che di altri settori produttivi, oltre che alcune amministrazioni locali. L’eterogeneità dei soggetti coinvolti costituisce un elemento strategico per la creazione di sinergie volte al raggiungimento degli obiettivi progettuali.

La durata prevista del progetto è 18 mesi, da gennaio 2023 a giugno 2025.

Fonte: Associazione Ambiente e Lavoro

Vai alla descrizione dettagliata del progetto ECO-TESS…

Precedente

Prossimo