EU-OSHA, uno studio analizza il nesso tra fattori psicosociali e disturbi muscolo-scheletrici

I disturbi muscolo-scheletrici possono essere causati da fattori fisici, tuttavia non deve essere sottovalutata l’importanza dei fattori psicosociali. Un recente studio esamina il legame tra questi fattori di rischio e sottolinea l’importanza della prevenzione e della riabilitazione.

Sappiamo che i disturbi muscolo-scheletrici (DMS) possono essere causati da fattori fisici, quali restare seduti a lungo e movimentare carichi. Tuttavia, non deve essere sottovalutata l’importanza dei fattori psicosociali, quali autonomia limitata e scarsa comunicazione a lavoro, nell’insorgenza di DMS.

In passato le misure volte a ridurre i rischi di disturbi muscolo-scheletrici (DMS) sul luogo di lavoro erano incentrate sui fattori relativi al lavoro fisico. Tuttavia, la relazione tra DMS e fattori psicosociali, quali un carico di lavoro eccessivo o la mancanza di sostegno, costituisce una aspetto importante. I rischi psicosociali possono contribuire all’insorgenza di DMS o possono aggravarli e tali disturbi possono essere associati ai fattori psicosociali.

Una recente rassegna della letteratura esamina il legame tra questi fattori di rischio e i disturbi muscoloscheletrici e sottolinea l’importanza della prevenzione e della riabilitazione. Le raccomandazioni sulle buone prassi e sulle strategie efficaci contenute in questo studio, lo rendono uno strumento molto utile per i lavoratori e i datori di lavoro in tutti i settori.

Fonte: EU-OSHA

Vai alla notizia completa…

Vai allo studio “The association between psychosocial risk factors at work and the occurrence and prevention of musculoskeletal disorders”…

Vai al sito della campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri…

Precedente

Prossimo